Mimì Street Catering e Aquila del Torre: un’esperienza di comarketing che parte da valori condivisi

Crediamo nel comarketing, collaborazione che funziona quando si ha l’opportunità di lavorare con partner con cui si condividono valori professionali e non solo.

Ad accomunare Aquila del Torre e Mimi Street Catering è l’aver scelto un lavoro e il portarlo avanti ogni giorno in modo etico, selezionando attentamente i fornitori per dare sempre il meglio ai clienti, valorizzando i prodotti del territorio e rispettando l’ambiente.

Mimì Street Catering sono Anna e Luca, partner e soci, che dopo aver maturato esperienze nell’organizzazione eventi (la prima) e nella ristorazione (il secondo), decidono nel 2009 che era giunto il momento di dare vita al loro percorso professionale. Mimì è il suono del clacson dell’Ape Piaggio, peculiarità vincente del servizio offerto.

“Svolgevamo entrambi una professione affine al progetto che volevamo intraprendere, ma per sviluppare al meglio la nostra idea imprenditoriale abbiamo entrambi frequentato un corso finanziato da Fondi Europei – ci racconta Anna – . In pratica volevamo coniugare due mondi, quello dello street food e quello del catering. Da qui nasce il termine street catering, un servizio catering non convenzionale ma che non vuole assolutamente rinunciare alla cura dei dettagli e all’eleganza”.

Fotografia di Roberto Pedi

Anna e Luca si rivolgono a tutte quelle persone che desiderano organizzare un matrimonio o una festa in generale non placée, più informale, con tante postazioni diverse e particolari. Sono in grado di soddisfare diverse esigenze alimentari, vegetariana, vegana e anche senza glutine. Infatti a Manzano hanno un laboratorio che rientra nel circuito “alimentazione fuori casa” dell’AIC (Associazione Italiana Celiachia) . Per le preparazioni convenzionali contenenti glutine, come pane e pizze, si appoggiano, invece, a dei fornitori attentamente selezionati.

“Abbiamo una location a Manzano, molto curata che riserviamo per eventi o per pranzi e cene private. Ma il nostro vero asso nella manica è la nostra Ape Piaggio, allestimento versatile, un bar viaggiante con cui possiamo raggiungere le location scelte dai clienti. L’ape è qualcosa in più con cui arricchiamo la nostra offerta ma non siamo degli ambulanti perché la utilizziamo solo per feste/occasioni private”.

Insomma, una sorta di “cucina viaggiante” divertente e apprezzata con cui raggiungono il luogo della festa. Si presta particolarmente bene ai giardini delle case private, alle vigne nelle aziende vitivinicole, ed ecco spiegato il motivo per cui Mimì Street Catering e Aquila del Torre si sono incontrati.

L’amore per la natura, la scelta di prediligere prodotti a km0 sono il filo rosso che lega le due aziende.””

“Ciò che ci caratterizza sono le monoporzioni che prepariamo nel nostro laboratorio a cui si aggiunge qualche preparazione eseguita sul momento sulla nostra Ape, che è perfettamente a norma. Prepariamo dolce, salato e ci occupiamo anche del bere, insomma forniamo un servizio completo. La nostra proposta è principalmente composta da finger food e siamo orgogliosi di affermare che siamo un’azienda a impatto zero (o quasi). Già poco dopo aver aperto la nostra attività abbiamo deciso di eliminare la plastica. All’inizio, dopo uno dei primi eventi, siamo rimasti letteralmente scioccati dalla quantità di immondizia che viene prodotta, quindi abbiamo fatto questa scelta, di avere il più basso impatto ambientale possibile. Usiamo materiale compostabile in fibra di mais e vetro riciclato, una scelta non economica ma che ci ripaga moltissimo dal punto di vista etico”.

Ora non resta che attendere uno dei prossimi eventi che vedranno l’Ape di Anna e Luca adagiata tra il verde di Aquila del Torre.