I Vignaioli Indipendenti

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti ha riunito più di 1100 aziende vinicole, dal 2008 a oggi, tutte accomunate dalla caratteristica di essere di proprietà diretta di vignaioli. Produttori che si mettano in gioco in prima persona e che ci mettano la faccia oltre a tecnica, perizia e lavoro.

Talvolta pare trapelare una certa diffidenza, o incomprensione, verso l’aggettivo “indipendente” accostato a “vignaiolo”: indipendente da chi e da cosa? Che sia solo una questione di mode o di termini accattivanti? Tutt’altro, e noi di At, che siamo soci ormai dal 2015, ci teniamo a ricordare il perchè #siamofivi (questo l’# che circola fra i soci nelle conversazioni sul web):

  1. Perché rispettiamo il terroir e il territorio, cedendoli ai vini di At, che ne sono interpreti e portavoce;
  2. Perché coltiviamo personalmente i vigneti di nostra proprietà vinificando, per scelta, esclusivamente le nostre uve;
  3. Perché seguiamo con attenzione tutto il lavoro di cantina e imbottigliamo in azienda. Sulle nostre etichette dichiariamo appositamente infatti “imbottigliato all’origine e integralmente prodotto da Aquila del Torre”
  4. Perché accogliamo i visitatori e li accompagniamo nella degustazione;
  5. Perché nella nostra regione si è registrato negli ultimi anni un nuovo fermento in FIVI, dovuto soprattutto al ricambio generazionale in tante aziende, cosicché adesso c’è un costante e costruttivo scambio di idee fra i soci friulani.

Tra gli scopi che si propone FIVI, c’è un aspetto assai interessante: la difesa degli interessi dei propri aderenti e la formulazione di proposte attive da sottoporre alle istituzioni competenti per intavolare il dialogo. Non poco se si pensa alle tonnellate di scartoffie burocratiche (oggi anche telematiche) che le aziende vitivinicole, seppur di piccole o medie dimensioni, si trovano a dover affrontare quasi quotidianamente.

Fivi è anche, infine, degustazioni in giro per l’Italia, con serate dedicate, in enoteche, wine bar e ristoranti, all’assaggio dei vini dei soci. Un esempio sono “Un mercoledì da vignaioli”, in cui abbiamo avuto il piacere di essere coinvolti con i nostri vini, e le fiere regionali che da alcuni anni sono organizzate anche a Trieste. L’evento clou è senz’altro l’appuntamento annuale, la Mostra Mercato di Piacenza, in programma nell’ultimo weekend di novembre, che nella scorsa edizione del 2017 ha visto la presenza di oltre 500 aziende. Ci pare un chiaro segno che i vignaioli apprezzino quanto accade nel mondo Fivi.
Non vi resta che visitare il sito ufficiale www.fivi.it… buona lettura!